Stadio Giovanni Zini
PDF Stampa E-mail
Dati tecnici
Proprietà
Comune di Cremona
Gestione U.S. Cremonese
Sito Via Persico 19, Cremona
Capacità 7490
Posti coperti 1950
Posti tribuna stampa 40 circa
Misura campo 105x66
Anno di costruzione 1929
Orientamento stadio 15° Nord Ovest
Illuminazione campo Si
Settori
 
Tribuna centrale coperta
 
Tribuna laterale nord coperta
 
Tribuna laterale coperta
 
Curva sud
 
Curva nord (ospiti)
 
Distinti

 


Lo Zini, stadio moderno e sicuro

Grazie ai lavori compiuti nell’agosto 2008 lo Stadio G. Zini di Cremona è diventata una delle strutture più sicure e confortevoli del nostro paese.
La conferma arriva dall’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive.
Attualmente lo Zini dispone di 20.034 posti e risponde a tutti i requisiti richiesti per le società di serie A, anche se la capienza reale, per l’attuale Campionato di Prima Divisione viene mantenuta a 7.490 posti.

Sono stati installati 22 tornelli e 18 telecamere ad alta definizione che controllano le persone all'interno dello stadio e sono collegate ad una sala regia posta sopra la tribuna, alla sala Gos che si trova dietro gli sportelli accrediti e direttamente in Questura, grazie alla fibra ottica.

La sala Gos dispone di monitor 42" attraverso i quali si possono visionare le immagini riprese dalle telecamere mobili a 360°.
I tornelli hanno la possibilità di far transitare mille persone all'ora.

Con l'installazione dei tornelli e l'uso dei biglietti nominali, sono stati ristrutturati anche i locali della biglietteria e i botteghini dello stadio, che sono stati completamente automatizzati. Per l'acquisto dei biglietti è ora necessario fornire i dati (nome, cognome e data di nascita) ed esibire un documento di identità.


Storia dello stadio

Lo stadio "Giovanni Zini", inaugurato 2 novembre del 1929, ospita le partite interne della Cremonese. Attualmente è il principale impianto sportivo della città di Cremona. Nel 1924 venne intitolato con una cerimonia ufficiale al portiere dell'U.S. Cremonese Zini deceduto durante la prima guerra mondiale. Già a quel tempo poteva disporre di una tribuna con 500 posti.

A seguito dell'acquisizione della Cremonese da parte del Cav. Arvedi, in concerto con l'Amministrazione Comunale, proprietaria dell'impianto, nel 2007 lo "Zini" è stato oggetto di importanti lavori di ristrutturazione.
In 39 giorni, dal 2 luglio al 10 agosto, lo stadio è stato completamente rimesso a nuovo, grazie all'intervento di oltre 60 operai per 22 mila ore di lavoro.
Sono stati impiegati:

  • N. 4 piattaforme aeree autocarrate
  • N. 2 piattaforme aeree semoventi di cui una con sbraccio mt. 44
  • N. 6 compressori a scoppio
  • N. 5 idropulitrici 400 bar
  • N. 8 martelli demolitori
  • Kg 8.500 di vernici per opere in ferro e miniature
  • Kg. 180.000 di malte speciali per ripristino calcestruzzi

  

Dal 2007 il piazzale antistante lo stadio e' intitolato a Domenico Luzzara, presidente della U.S. Cremonese dal 1967 al 2002, scomparso nel 2006.