Top Sponsor

La Cremo chiude con una vittoria un anno da ricordare

La Cremo chiude con una vittoria un anno da ricordare

La Cremo chiude con una vittoria un anno da ricordare

Cremonese-Cesena 1-0
Cremonese (4-3-1-2): Ujkani; Almici, Canini, Marconi, Renzetti; Cavion, Pesce, Croce (23’ st Perrulli); Piccolo (9’ st Castrovilli); Brighenti (31’ st Scappini), Paulinho. All.: Tesser.
Cesena (4-4-1-1): Fulignati; Donkor (37’ st Moncini), Perticone, Scognamiglio, Fazzi; Kupisz (31’ st Vita), Kone, Cascione, Dalmonte; Laribi; Jallow (28’ st Cacia). All.: Castori.
Arbitro: Martinelli di Roma (assistenti: Soricaro di Barletta e Luciano di Lamezia Terme. Quarto ufficiale: Marini di Trieste)
Note – Espulso: Cascione (Ce). Ammoniti: Marconi (Cr), Donkor (Ce), Pesce (Cr)
Reti: 32’ st Paulinho (Cr)

La Cremonese chiude il suo anno delle meraviglie battendo il Cesena allo Zini. Decide un gol di Paulinho arrivato nella ripresa a legittimare la netta supremazia degli uomini di Tesser, alla sua centesima vittoria in B da allenatore, che al cospetto di avversari molto accorti hanno attaccato a lungo.
Parte forte la Cremonese che con Cavion e Pesce va alla conclusione senza trovare lo specchio della porta. Al 18’ Pesce lancia Brighenti, il diagonale del capitano termina fuori di poco; poco dopo Brighenti ci prova dalla distanza alzando però la mira. Al 33’ Canini irrompe in scivolata nel corso di una mischia mandando la palla sopra la traversa della porta ospite.
La Cremo comincia in attacco anche la ripresa e va al tiro con Pesce senza esito. All’11’ il Cesena si fa vedere dalle parti di Ujkani con il portiere grigiorosso che in uscita radente risolve una situazione complicata. Tre minuti dopo la pressione dei padroni di casa porta ad un altro tiro di Brighenti che finisce fuori dallo specchio. Al 32’ Paulinho in tap in sblocca il risultato dopo un’iniziativa personale di Castrovilli. La Cremo si difende, mentre il Cesena tenta una reazione ben controllata dai padroni di casa. Alla fine gli ospiti restano in dieci per l’espulsione di Cascione. La Cremonese, che non perde da 7 turni, chiude l’andata a quota 32.