Top Sponsor

Tesser: “A Cittadella punti meritati, ho fatto i complimenti alla mia squadra”

Tesser: “A Cittadella punti meritati, ho fatto i complimenti alla mia squadra”

Tesser: “A Cittadella punti meritati, ho fatto i complimenti alla mia squadra”

A due giorni di distanza dall’impresa di Cittadella, Attilio Tesser commenta per la prima volta la partita che ha segnato il ritorno della vittoria in casa grigiorossa consentendo alla Cremonese di ottenere il quarto risultato utile consecutivo.
“Sabato è stato realizzato qualcosa di importante – spiega Tesser –: riuscire, in nove, a portare a casa un risultato pieno non è cosa da tutti. Devo fare i complimenti ai ragazzi che hanno saputo soffrire tanto nei momenti difficili e alla fine hanno regalato un’enorme soddisfazione alla proprietà e ai nostri tifosi che ci sono molto vicini”.
Una partita che si è risolta sul filo di lana, al termine di un alternarsi di episodi. Qual è la sua lettura?
“Il primo tempo, tolti i 10 minuti iniziali dove il Cittadella ha avuto in mano il pallino, è stato molto equilibrato, giocato prevalentemente a centrocampo. La parte centrale, invece, è stata caratterizzata soprattutto dalle nostre iniziative. L’unica occasione importante è stata il colpo di testa di Brighenti respinto nei pressi della linea di porta da un avversario, poco dopo il gol annullato per fuorigioco allo stesso centravanti. Poi siamo rimasti in 10 e successivamente in nove. Trovo normale che in quella situazione ad attaccare sia stata la squadra di casa. Noi, però, ci siamo difesi con ordine, concentratissimi e agonisticamente cattivi al punto giusto per riuscire a fare risultato”.
Una vittoria come quella ottenuta a Cittadella che risvolti positivi può avere sulla psicologia di squadra?
“Intanto è bene ricordare che l’obiettivo dichiarato resta la salvezza da raggiungere il più tranquillamente possibile. Se poi saremo bravi e già a partire da venerdì con il Brescia continueremo a far bene, saremo i primi ad essere lieti di quanto arriverà. Ma prima dobbiamo raggiungere i 50 punti; anzi, dovremo saper far meglio, perché la media salvezza quest’anno si preannuncia molto alta. Solo allora penseremo a toglierci altre soddisfazioni, come abbiamo fatto a Cittadella meritatamente”.