Top Sponsor

Bisoli: “Punti importanti, ma non valgono doppio”

Bisoli: “Punti importanti, ma non valgono doppio”

Bisoli: “Punti importanti, ma non valgono doppio”

Al termine della rifinitura mister Pierpaolo Bisoli ha risposto alle domande dei giornalisti.

C’è la possibilità che venga schierato dall’inizio il 4-2-3-1?
“E’ un sistema di gioco collaudato che abbiamo adottato anche nel secondo tempo con il Monza quando ha prodotto un buon gioco, ma non il risultato. In allenamento lo proviamo spesso, valuteremo in base anche ai giocatori che prenderanno parte alla trasferta”.

Con il Monza quando Zortea è subentrato e si è posizionato alto a destra ha permesso alla Cremonese di rendersi pericolosa in più circostanze. Potrebbe partire dall’inizio in quel ruolo?
“In questo momento in quella posizione ci dà una spinta in più perché ha cambio di passo ed è abile nell’uno contro uno. Ma devo anche valutare il fatto che in questo momento abbiamo i giocatori contati in difesa e molto probabilmente sarò costretto a schierarlo terzino destro come contro il Pordenone”.

Strizzolo si è ristabilito?
“Ieri ha fatto poco, mentre oggi ha lavorato con la squadra: spero di averlo a disposizione almeno per uno scampolo di partita, deciderò solo domani come impiegarlo”.

Ravanelli come sta? È pronto per tornare al suo posto dal 1’?
“Ravanelli non ha ancora lavorato un minuto con la squadra, oggi ha fatto la rifinitura perché dovevo valutare se può eventualmente dare una mano in un momento di bisogno. Ma vederlo dall’inizio mi sembra francamente difficile anche se in emergenza si chiede qualcosa in più a tutti”.

Che Reggina si aspetta dopo il cambio di allenatore?
“Ha ottenuto buoni risultati e una vittoria in trasferta importante. Il cambio di allenatore ha portato stimoli e un sistema di gioco diverso. Sarà una partita tosta, sappiamo che ci sarà da lottare per portare punti. Se sapremo ripetere la partita con il Monza limitando alcuni errori sono convinto che il risultato possiamo portarlo a casa”.

A centrocampo potremmo rivedere Ghisolfi? E se non dovesse esserci Ravanelli, che soluzione adotterà?
“Ghisolfi ha messo ulteriore benzina nel motore, sta crescendo e è un patrimonio della Cremonese: è chiaro che è uno dei candidati. Se Ravanelli non dovesse essere nella formazione titolare, la difesa sarà la stessa che ha giocato con il Pordenone che ha fatto molto bene”.

Numeri alla mano la Cremonese ha costruito la propria classifica con gli scontri diretti: la posta in palio a Reggio è doppiamente importante?
“La classifica, in questo momento, serve solo per dare tranquillità ai ragazzi. Io non la guardo. Un eventuale risultato positivo a Reggio Calabria servirebbe a ridarci slancio: sono punti importanti ma non valgono doppio. Valgono esattamente come quelli in palio con il Monza sabato scorso”.