Top Sponsor

Collodel: “La gavetta mi ha forgiato il carattere”

Collodel: “La gavetta mi ha forgiato il carattere”

Collodel: “La gavetta mi ha forgiato il carattere”

Un centrocampista che va sempre al massimo. Ma anche un ragazzo con la testa sulle spalle, che dopo la maturità classica sta avvicinando il traguardo della laurea in economia aziendale. Riccardo Collodel si è presentato così alla stampa: “La Cremonese è una grande opportunità da cogliere al volo – sentenzia il calciatore cresciuto nel Novara – Per riuscirci so che dovrò dare sempre il massimo in campo, senza risparmiare energie”.
In Serie B Collodel ci arriva dopo aver maturato esperienza nelle categorie inferiori e non fa mistero di quanto la “gavetta” l’abbia aiutato nel suo percorso di crescita. “La gavetta – dice – mi è servita e mi ha forgiato. Ho vissuto esperienze positive sia a Fiorenzuola sia a Vibo Valentia, prima di tornare a Novara e giocare con continuità in Lega Pro. Quella con mister Dionisi, poi, è stata un’esperienza importantissima, la mia prima vera esperienza concluso il ciclo con le giovanili del Novara”.

Riccardo si descrive come un centrocampista che ha sempre fatto della corsa e del dinamismo la sua forza. “Il mio piede forte – osserva – è il destro. In carriera sono stato impiegato sia come mezzala sia come mediano nel centrocampo a due e ad essere sinceri è proprio questo il ruolo che sento più mio. C’è chi dice che per caratteristiche assomiglio a Barella? Un paragone che mi onore, fatte le debite proporzioni posso dire che mi riconosco in lui come tipo di giocatore ma non andiamo oltre”.
Per quanto riguarda gli obiettivi, le idee sono chiare: “Crescere, giorno per giorno con il lavoro: sono consapevole dei miei difetti e so che solo stando sul campo quotidianamente potrò migliorare. La Serie B è un campionato difficile: dovremo prepararci al meglio abbassando la testa e crescere partita dopo partita”.