Top Sponsor

Conferenza stampa | Alvini dopo Empoli-Cremonese

Conferenza stampa | Alvini dopo Empoli-Cremonese

Conferenza stampa | Alvini dopo Empoli-Cremonese

Una sconfitta che brucia quella rimediata dalla Cremonese al Castellani. “È una sconfitta nella quale ci abbiamo messo del nostro – analizza Massimiliano Alvini in conferenza stampa – Il primo gol lo abbiamo subito su una nostra disattenzione e questo è un grosso difetto. È un episodio che ci ha portato a perdere una partita che per il resto l’abbiamo giocata con delle idee importanti. Se abbiamo perso è solo per responsabilità nostra”.

Che bilancio traccia a questo punto della stagione?
“Un bilancio deficitario dal punto di vista dei risultati, ma dal punto di vista delle  prestazioni, della disciplina, delle idee e della volontá non c’è nulla da dire. Abbiamo dei difetti sulla fase difensiva e prendiamo gol troppo facilmente: questo è responsabilità nostra. Sviluppiamo parecchio, abbiamo tante occasioni. La squadra ha una sua idea ben precisa, c’è ancora parecchio tempo per stilare bilanci”.

Il mercato di gennaio?
“Io penso solo al campo, non ho mai pensato a queste cose. Mi sono sempre concentrato sul preparare le partite e allenare questa squadra, che in 15 partite non mi ha mai deluso dal punto di vista dell’atteggiamento, della prestazione e delle idee. Sicuramente sono mancati alcuni risultati e abbiamo commesso degli errori. Forse non siamo stati bravi a incidere lì, quello è l’unico rammarico che possiamo avere in queste gare”.

I due gol sono venuti in seguito a due indecisioni difensive.
“La partita è stata in equilibrio, nel primo tempo forse abbiamo avuto occasioni più chiare noi, ma l’Empoli ha fatto la sua onesta gara. Noi abbiamo preso un gol sciocco, con troppa superficialità, e questo è un difetto che abbiamo. Ma la partita è poi girata su quell’episodio. L’Empoli ti porta tanti uomini sopra, ti allunga, ma da quel punto di vista lì non abbiamo sofferto tantissimo. Nel primo tempo abbiamo avuto le occasioni più importanti. La differenza la fa quel gol che abbiamo preso in cui ci abbiamo messo del nostro. E quel gol non lo possiamo prendere, perchè se prendiamo un gol del genere non ci salviamo. Dobbiamo essere bravi, noi allenatori soprattutto, a incidere con i ragazzi”.

Sente sempre la fiducia della società?
“Non è questo l’argomento, tra noi c’è grande dialogo. L’importante è che la Cremonese abbia avuto sempre una sua dignità, anche oggi qui a Empoli. È mancato il risultato ma non di certo il gioco e non sono mancate le idee. Mancano ancora quattro mesi, sono certo che con me la Cremonese si salverà, sistemando alcune cose. Io la fiducia la sento tutti i giorni, a me interessa solo il lavoro quotidiano al campo”