Top Sponsor

Giammarioli: “E’ in momenti come questo che si vede chi ama davvero la Cremo”

Giammarioli: “E’ in momenti come questo che si vede chi ama davvero la Cremo”

Giammarioli: “E’ in momenti come questo che si vede chi ama davvero la Cremo”

Infortuni, obiettivi e prospettive. Sono i temi cruciali toccati dal direttore sportivo Stefano Giammarioli nel corso della conferenza stampa che si è tenuta martedì mattina al Centro Sportivo “Giovanni Arvedi”. Analizzando l’andamento delle ultime uscite dei grigiorossi, Giammarioli ha commentato: “Non vinciamo da 7 partite, ma in realtà ci sono saltati solo il secondo tempo con la Pro Vercelli e il primo di Terni; per il resto le prestazioni sono sempre state all’altezza. E’ accaduto con il Frosinone e anche con il Bari quando, pur uscendo sconfitti, il nostro l’abbiamo fatto”. Poi la riflessione sul momento di flessione: “I risultati ottenuti nel girone d’andata hanno caricato l’ambiente di entusiasmo, ora è un periodo un po’ così e tutto sembra pesare di più. Ma è in questi momenti che si creano le basi per ripartire uniti ed è qui che si vede chi ama davvero la Cremonese”. Il discorso si è poi spostato sulla situazione degli infortunati: “Almici – ha spiegato Giammarioli – resterà fuori almeno 60 giorni. Mokulu sta recuperando la forma e dovrebbe essere a disposizione da aprile, Gomez è rientrato in gruppo. Per quanto riguarda Paulinho, la colpa è solo nostra: abbiamo gestito male il suo affaticamento muscolare e l’infortunio si è aggravato. Lui si è dimostrato professionista esemplare lavorando giorno e notte per recuperare. L’unica cosa che ha a cuore oggi è poter tornare presto a giocare e fare gol. Vado cauto, ma il rientro è vicino”. Conclusione dedicata agli obiettivi da raggiungere: “Il primo obiettivo resta la salvezza, le nostre strategie non cambiano. La sfortuna ci ha privati a lungo di Croce, Gomez e Paulinho ma noi crediamo in loro e avranno tutto il tempo per dimostrare il loro valore. Il nostro mercato, come già ho avuto modo di dire, è recuperarli a tempo pieno. Gomez l’abbiamo preso mettendo a frutto un’operazione che nel rapporto tra la qualità del giocatore e il prezzo è tra le più importanti in assoluto. Ora che ha superato i problemi e recuperato la forma fisica è pronto e anche lui ci darà una mano”.
L’ultimo pensiero è per Davide Astori: “La Cremonese sarà presente al suo funerale con una delegazione. Ci sarà anche Michele Canini, che gli era particolarmente legato. E’ il minimo che si possa fare per stare vicini alla sua famiglia e salutarlo per l’ultima volta”.