Top Sponsor

La conferenza stampa di Claiton

La conferenza stampa di Claiton

La conferenza stampa di Claiton

Quello ottenuto a Venezia è un punto che lascia qualche rammarico, ma ora si guarda avanti. Lo afferma Claiton Dos Santos nel corso della consueta conferenza stampa di metà settimana. “Sì – commenta il capitano dei grigiorossi – un po’ di rammarico resta, ma la cosa più importante è aver dato continuità alla vittoria conquistata con il Benevento con un altro risultato positivo che ci permette di tenere un certo vantaggio sulla zona calda della classifica”.

Risultati positivi che in entrambe le circostanze sono arrivati con un sistema di gioco diverso rispetto al passato. “Con il 3-5-2 – prosegue Claiton – mi trovo molto bene anche se, soprattutto in questo periodo della stagione, non sono i moduli a contare ma la testa. Vero è che questo sistema di gioco ci permette di stare compatti e stretti in difesa e noi non siamo nella condizione di lasciare punti lungo il cammino. Con il Benevento siamo stati bravi ad ottimizzare il lavoro svolto, con il Venezia resta un po’ di rammarico ma siamo sulla strada giusta: dovremo battagliare su tutti i campi da qui alla fine”.

Ai giornalisti che gli fanno notare come il suo rendimento sia cresciuto nelle ultime uscite, Dos Santos replica: “Il rendimento dei singoli è sempre connesso a quello di squadra: e tutti stiamo crescendo”. Ora il pensiero è al Verona. “Dopo l’allenamento odierno – osserva Claiton – riposeremo due giorni e poi da domenica penseremo solo ed esclusivamente al Verona. Non sarà semplice, loro sono in ripresa e sappiamo quali siano le ambizioni dei gialloblu. Noi, però, in casa abbiamo sempre fatto bene con le grandi. Mi auguro che la squadra riesca a metterci la stessa attenzione vista con il Benevento e la stessa voglia di vincere. Mi aspetto una squadra solida e concreta. In attacco abbiamo solo bisogno di sbloccarci, adesso creiamo occasioni e riempiamo l’area con molti giocatori: credo davvero basti poco per invertire la rotta. Intanto però siamo tutti molto contenti per il gol di Del Fabro, un ragazzo che ha sempre lavorato molto durante la settimana ed è stato premiato”.

A chi gli domanda se la fascia di capitano ereditata da Brighenti abbia un peso particolare, Claiton risponde: “Portare la fascia è un onore. Rappresentare la società, la squadra e la città è motivo di orgoglio ma questo è un gruppo unito e maturo e la stessa responsabilità del capitano l’avvertono tutti in egual misura, non solo chi indossa la fascia”.