Top Sponsor

La conferenza stampa di inizio stagione

La conferenza stampa di inizio stagione

La conferenza stampa di inizio stagione

Conferenza stampa di inizio stagione al Centro Sportivo “Giovanni Arvedi”, dove a presentarsi davanti ai taccuini dei giornalisti sono stati il direttore sportivo Nereo Bonato e l’allenatore Massimo Rastelli.

“Credo che l’esperienza degli ultimi tre messi della scorsa stagione per me sia stata molto importante per capire le dinamiche dell’ambiente e dello spogliatoio – ha sottolineato il direttore sportivo – Sulla scorta del passato possiamo dire che l’obiettivo della stagione che sta per iniziare è migliorare. Un miglioramento mirato, frutto di una crescita che dovrà essere costante, ma senza voli pindarici. Il cavalier Arvedi ci stando l’opportunità di lavorare nel migliore dei modi e non possiamo che ringraziarlo. Sappiamo di avere una proprietà importante alle spalle e dobbiamo dare tutti il 120 per cento per ottenere risultati che, sappiamo bene, nel mondo del calcio non sono mai scontati”.

La Cremonese riparte dalla base costruita nell’ultimo campionato. “E’ nostra volontà – ha spiegato Bonato – basarci sul gruppo costruito lo scorso anno, che ha saputo superare le difficoltà, ricompattarsi e dare il meglio di sé. Strada facendo immetteremo i profili che rispecchiano le caratteristiche utilia alla nostra idea di gioco. Non servono i nomi, servono le caratteristiche giuste per rendere la rosa sempre più competitiva e completa”.

Riferendosi al mercato, il direttore sportivo ha osservato: “Le dinamiche sono cambiate rispetto a qualche anno fa, il mercato ha un andamento molto più lento: per i giocatori che riteniamo utili alla nostra causa siamo disposti ad aspettare, credo sia questa la filosofia giusta per costruire la squadra secondo i canoni che noi vogliamo. Conta sì il mercato, ma conta molto anche la gestione quotidiana. Nello stesso tempo questo crea un’importante opportunità per aggregare giovani interessanti al gruppo della Prima squadra e farli crescere durante il ritiro”. E da questo punto di vista la Cremonese può contare sull’inserimento di nuovi profili che vanno a potenziare lo staff tecnico: si tratta del coordinatore dell’area performance Stefano Taparelli e del match analyst Igor Quaia. “E’ attraverso i particolari che spesso si vincono le partite”, ha detto Bonato annunciando che i campi del Centro Sportivo saranno dotati di telecamere per la ripresa dei singoli allenamenti. “Inizia una stagione importante e la volontà è di costruire una Cremonese competitiva. Poi sarà il lavoro quotidiano a dirci dove potremo arrivare”, ha rimarcato il direttore sportivo.

“Per un allenatore – è stato l’intervento di Rastelli – è importante iniziare già dal ritiro per creare le giuste basi e programmare al meglio la stagione. Come ha detto il direttore partiamo da una buona base e con unità di intenti con il direttore generale Armenia elo stesso Bonato si sta cercando di andare ad alzare le caratteristiche dell’organico immettendo pedine che ci permettano di partire da dove abbiamo terminato: in crescita costante. Personalmente sono molto carico e tranquillo”. Analizzando i nuovi innesti, Rastelli ha affermato: “Il reparto difensivo già era composto da calciatori molto bravi. Con Ravanelli abbiamo cercato di dare ulteriore freschezza: Luca è un ragazzo interessantissimo, così come lo è, qualora arrivasse, Zortea che ha grandissima prospettiva”. Riferendosi invece a Palombi, l’allenatore ha detto: “Ha una buonissima qualità di base ed è velocissimo. E’ una seconda punta che attacca gli spazi e vede la porta. In sostanza ha caratteristiche importanti per l’idea di gioco che andremo a sviluppare”.