Top Sponsor

La Cremo espugna il Tardini

La Cremo espugna il Tardini

La Cremo espugna il Tardini

Parma-Cremonese 1-2
Parma (4-3-3): Buffon; Sohm (1’ st Coulibaly), Danilo, Cobbaut, Delprato; Juric, Schiattarella (20’ st Brunetta), Vazquez; Man (40’ st Iacoponi), Inglese, Mihaila (41’ st Correia). All.: Maresca.
Cremonese (4-3-3): Carnesecchi; Sernicola, Bianchetti, Okoli, Valeri; Bartolomei (34’ st Nardi), Castagnetti, Fagioli; Vido (13’ st Zanimacchia), Di Carmine (28’ st Ciofani), Gaetano (34’ st Crescenzi). All.: Pecchia.
Arbitro: Volpi di Arezzo. Assistenti: Tegoni di Milano, Cipressa di Lecce. Quarto ufficiale: Emmanuele di Pisa. Var: Fabbri di Ravenna, assistente Var: Gariglio di Pinerolo.
Note – Espulsi: l’allenatore Pecchia e Vazquez al 27’ del secondo tempo. Ammoniti: Bianchetti (C), Sernicola (C), Mihaila (P), Iacoponi (P).
Reti: 3’ pt Fagioli (C), 34’ pt Vido (C), 25’ st Mihaila (P).

La Cremo espugna il Tardini al termine di una gara vibrante con 3 reti, un rigore sbagliato due volte da Di Carmine (Buffon para il primo tentativo, sulla ripetizione l’attaccante manda a lato) e due espulsi (Vazquez e il tecnico Pecchia). Il successo di Parma – dove la Cremo non vinceva dal settembre del 1987 – è il terzo in queste prime quattro gare della nuova stagione.
Al 2’ Vido serve Di Carmine che si gira e dal limite esplode il destro: palla alta sopra la traversa. Passa in vantaggio la Cremo al 3’ con Fagioli che ruba palla a Cobbaut, scambia con Di Carmine e davanti a Buffon insacca. Al 14’ fiondata di Castagnetti per Valeri che sgroppa sulla sinistra e fa partire un cross sul quale non arriva nessun compagno. Il Parma prova a guadagnare metri cercando di innescare Inglese e Mihaila, ma la linea grigiorossa guidata da Bianchetti e Okoli tiene e Carnesecchi non corre particolari pericoli. Al 26’ accelerazione di Man con cross radente, Sernicola libera l’area. Al 28’ Vazquez cerca Inglese in area, Okoli chiude ogni spazio. Raddoppia la Cremo al 34’ quando Valeri mette in mezzo un pallone rasoterra e Vido di destro appoggia di giustezza in gol. 
Al 36’ Gaetano chiama Buffon alla parata con i piedi. Al 37’ Carnesecchi esce dall’area per chiudere lo specchio della porta al lanciato Mihaila che tenta il pallonetto senza inquadrare lo specchio. Al 43’ cross di Sernicola per la testa di Gaetano, Buffon blocca. Il  primo tempo si chiude con la Cremo avanti di due reti. 
La ripresa si apre con un gran sinistro di Man sul quale Carnesecchi vola a deviare in angolo (2’). Al 3’ altra accelerazione di Man con conclusione alta sulla traversa. Al 5’ Schiattarella atterra Fagioli in area, è calcio di rigore. Dal dischetto va Di Carmine che si vede respingere il destro da Buffon. L’arbitro fa ripetere in quanto il portiere si è mosso in anticipo e stavolta Di Carmine non inquadra la porta. Al 25’ accorcia le distanze il Parma con Mihaila che trova un varco centrale e dal limite batte Carnesecchi con un destro a giro. Al 27’ momento di tensione che costa l’espulsione a Pecchia e Vazquez.Al 33’ altro assolo di Mihaila che converge e dal limite stavolta alza sopra la traversa. I minuti di recupero sono ben 7 per le innumerevoli interruzioni. La Cremo contiene però con estremo ordine la foga del Parma e vince con merito.