Top Sponsor

La famiglia grigiorossa insieme in Seminario per la festa del vivaio

La famiglia grigiorossa insieme in Seminario per la festa del vivaio

La famiglia grigiorossa insieme in Seminario per la festa del vivaio

Come da tradizione, la festa di Natale del Settore Giovanile grigiorosso ha chiuso l’attività calcistica  dell’anno solare del vivaio della Cremo. Presso la chiesa del Seminario Vescovile di Cremona, Don Alberto Mangili ha celebrato la Santa Messa, che ha aperto il pomeriggio dedicato allo scambio di auguri dei giovani calciatori e delle loro famiglie. Dopo la messa, tutti i partecipanti si sono riuniti nel salone: il cavalier Giovanni Arvedi, insieme con la signora Luciana Buschini, sono stati accolti dalla grande famiglia grigiorossa che, a partire dal presidente Paolo Rossi, ha partecipato al completo allo scambio degli auguri.

Ad aprire gli interventi è stato il direttore generale Paolo Armenia, che ha tracciato un bilancio del suo primo semestre a Cremona: “All’inizio della mia missione mi era stato chiesto di cercare di avvicinare il più possibile la prima squadra e il settore giovanile, in modo che dialogassero con maggior continuità e   che avessero obiettivi comuni, e mi sto impegnando tutti i giorni per far in modo che questo accada”. Per dimostrare la grande vicinanza tra le due realtà, che fanno parte di un’unica grande famiglia, nelle prime file era seduti il direttore sportivo Leandro Rinaudo, mister Rastelli con il suo staff e la prima squadra al completo. D’impatto anche l’intervento del responsabile del Settore Giovanile Giovanni Bonavita: “Il compito di noi addetti ai lavori è quello di creare ostacoli ai ragazzi, per fare in modo che possano cercare sempre di migliorarsi” e abbiano la volontà di non fermarsi mai, soprattutto di fronte alle difficoltà”. Un caloroso saluto è arrivato anche dal Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti: “La cosa più preziosa  sono il cuore e la testa: così sarete bravissimi sportivi”. Il messaggio conclusivo è stato quello  del Presidente onorario: “Non vengo spesso a vedervi, ma quando passo per la strada del Centro Sportivo provo una vera gioia: su quei campi se vi scambiate idee può nascere qualcosa. Infine vorrei salutare anche tutti i genitori perché so quanto sacrifici fanno”, ha concluso Arvedi.

In chiusura hanno sfilato i 250 tesserati, dai primi calci alle formazioni agonistiche, chiamati uno a uno da Eleonora Busi che ha condotto la serata.