Top Sponsor

L’intervista di Vasile Mogos

L’intervista di Vasile Mogos

L’intervista di Vasile Mogos

Vasile Mogos è rientrato in queste ore dall’esperienza con la Romania e subito si è messo a disposizione di mister Baroni. “Ho vissuto un’emozione pazzesca – racconta il difensore grigiorosso –: raggiungere la convocazione in Nazionale è il sogno di ogni bambino. Una volta davanti alle porte del centro sportivo federale ho scoperto tutta la mia timidezza. Ho vissuto momenti indimenticabili e situazioni dove tutto è diventato una scoperta. Così come è stato incredibile poter conoscere compagni che fino a quel momento avevo visto solo in televisione”.

Un’esperienza da raccontare, rimasta però senza esordio. “E’ normale che ci sperassi, sarebbe stato il coronamento di un percorso – confida Mogos – ma già essere stato lì, tra i 24 migliori giocatori del Paese, la considero una fortuna enorme. La cosa importante è essere entrato a far parte di questo gruppo e aver ottenuto risultati preziosi. Per quanto riguarda l’esordio, penso solo a lavorare e migliorarmi solo così potrà arrivare il mio momento. Intanto spero che il mio nome compaia anche nella prossima lista dei convocati”.

Ora, però, la testa è solo alla Cremonese: “A Empoli ci attende una gara difficile, per questo dovremo presentarci a testa alta e con la giusta mentalità, perché dobbiamo ripartire. E’ indispensabile mettere in campo ciò che ci chiede il mister. Sono appena rientrato e ho potuto lavorare ancora poco con lui e lo staff, ma giàà mi sono reso conto dei nuovi meccanismi e dell’intensità richiesta. Faremo di tutto per tornare da Empoli con un risultato positivo”.