Top Sponsor

Mogos e Volpe: “Pronti a tutto per questa Cremo”

Mogos e Volpe: “Pronti a tutto per questa Cremo”

Mogos e Volpe: “Pronti a tutto per questa Cremo”

Stamattina, al Centro Sportivo “Giovanni Arvedi”, il direttore sportivo Leandro Rinaudo ha presentato ufficialmente Giacomo Volpe e Vasile Mogos. Il portiere, proveniente dal Gubbio, e il difensore, prelevato dall’Ascoli, hanno iniziato la loro avventura in grigiorosso a partire dal ritiro di Spiazzo.
“Volpe – ha spiegato Rinaudo – è cresciuto nel settore giovanile della Juventus ed è un elemento che ha qualità importanti. Non per nulla alle spalle ha già due campionati disputati da titolare in Serie C e ora inizia questo percorso con noi. È un investimento per il presente e per il futuro. Mogos arriva dall’Ascoli e nel corso del mercato ha manifestato fortemente l’intenzione di trasferirsi a Cremona. E’ un giocatore dalle qualità fisiche notevoli, inoltre ha voglia di fare, fame di risultati e fuoco dentro. Caratteristiche che, a ben guardare, hanno tutti i ragazzi presi per rinforzare la rosa. Sono convinto che la squadra che stiamo costruendo abbia buone qualità, ma sono altrettanto convinto che la differenza la potremo fare solo scendendo in campo sempre con il coltello tra i denti. L’atteggiamento e lo spirito di sacrificio saranno fondamentali”.
Analizzando il suo passaggio in grigiorosso, Volpe ha sottolineato di come si tratti di “un passo in avanti per la mia carriera. Ho tanto da lavorare e devo migliorare, credo che questo sia l’ambiente giusto per poterlo fare”. Con i compagni di ruolo Ravaglia e Radunovic, ha spiegato l’ex estremo difensore del Gubbio, “ci sarà sana competizione. Saremo sempre uniti e ci aiuteremo a vicenda. So benissimo che non parto con la prospettiva di essere il titolare, ma farò di tutto per mettere in difficoltà il mister nelle sue scelte”.
“Amo spingere e supportare l’azione offensiva, ma è chiaro che difendo anche – ha commentato Mogos, descrivendo le proprie caratteristiche – In questi giorni mi sto applicando molto proprio sulla fase difensiva. Il mister ha la mia massima disponibilità, sa che ho sempre giocato sulla fascia ma anche che sono un elemento duttile: per il bene della squadra giocherei anche in porta. In fondo, il modulo non è mai importante: conta solamente che la squadra sia unita”. Sul suo stato di forma attuale, l’esterno destro ha spiegato: “Non sono ancora al top, è normale avendo raggiunto il gruppo a preparazione iniziata. Conto però di arrivare al 100% quanto prima, per questo ringrazio lo staff che mi sta aiutando. Ma il ringraziamento più grande va alla proprietà, che mi ha fortemente voluto e alla società che ha permesso il mio arrivo”.