Top Sponsor

Pecchia: “Toro la miglior occasione che potesse capitarci”

Pecchia: “Toro la miglior occasione che potesse capitarci”

Pecchia: “Toro la miglior occasione che potesse capitarci”

“La miglior occasione che potesse capitarci”. Fabio Pecchia, rispondendo alle domande dei giornalisti, definisce così la sfida che attende la Cremonese domani sera all’Olimpico Grande Torino con i granata. Un impegno valido per i trentaduesimi di Coppa Italia, prima gara che conta dopo le amichevoli pre campionato. “Giocheremo con una squadra di grande fisicità – spiega Pecchia – e di qualità: tutti aspetti che fanno diventare l’appuntamento di domani una grande sfida che cercheremo di affrontare con la nostra essenza, senza snaturare ciò che siamo”.
“Un pizzico di aspettativa – prosegue l’allenatore grigiorosso – non manca: sono davvero curioso di capire a che punto siamo del lavoro. “Al di là della formula della Coppa che è cambiata – prosegue Pecchia – credo che partire con il botto sia davvero interessante per valutare le risposte sul campo che arriveranno da una gara con avversari di livello prestigioso. Forse ci mancano minuti nelle gambe, ma con Pisa Feralpi e Spal qualche indicazione è arrivata e, tutto sommato, arriviamo con una buona condizione all’appuntamento”.
Per il resto Pecchia vorrebbe una Cremonese propositiva come sempre: “Sì – osserva – voglio in campo la Cremo con una sua identità: una squadra con la voglia di provare a fare le cose che sa con entusiasmo. Nelle precedenti prove preparatorie al campionato ci siamo riusciti, ci proveremo anche con un avversario di blasone come il Torino. Non rinunciare mai alla nostra personalità dovrà essere il nostro marchio di fabbrica e finché ne avremo la forza, anche domani dovremo spingere”. Ultima considerazione sulla riapertura degli stadi agli spettatori: “Il ritorno del pubblico, una parte importante del calcio, non può che essere un aspetto positivo: ci auguriamo che il segnale possa essere un altro passo verso la normalità”.