Top Sponsor

Rinaudo presenta Terranova ed Emmers

Rinaudo presenta Terranova ed Emmers

Rinaudo presenta Terranova ed Emmers

Emanuele Terranova e Xian Emmers, in ordine di tempo, sono gli ultimi due arrivati in casa grigiorossa. A presentarli ufficialmente alla stampa è il direttore sportivo Leandro Rinaudo, che dell’esperto difensore dice: “Certamente lo conoscete già, è un ragazzo di enorme spessore dentro e fuori dal campo e nonostante sia qui da poco si è già integrato nella nuova realtà”.
“Sono contento e orgoglioso di essere qui – spiega Terranova, che nell’ultima stagione ha conquistato la promozione con il Frosinone – Sono bastati pochi giorni per capire di essere arrivato in un grande gruppo e in una società organizzata e ambiziosa. Se sono qui devo ringraziare innanzitutto la proprietà, il cavalier Arvedi e il direttore Rinaudo”. Spostando l’attenzione sulla stagione, il difensore centrale precisa: “Sappiamo che tutto è da conquistare sul campo, giornata dopo giornata. Io un leader? Anche quello si diventa lavorando, al momento posso garantire la massima disponibilità al mister e alla squadra per cercare di costruire qualcosa di importante”.
Quella per portare Emmers in grigiorosso, parole di Rinaudo, “è stata una trattativa andata avanti per parecchio tempo” e che ha subito una battuta d’arresto solo nel momento in cui l’Inter è sembrata non voler cedere in prestito il giocatore. “Poi si è riaccesa la possibilità – sottolinea Rinaudo – siamo tornati a provarci e grazie agli ottimi rapporti con la società nerazzurra siamo riusciti a chiudere positivamente la trattativa”. Il direttore sportivo parla di Emmers come di un elemento di “grandi qualità tecniche, uno dei migliori giovani in senso assoluto del nostro campionato, dotato anche di capacità mentali adatte a far bene”.
Descrivendosi, Xian spiega: “Sono cresciuto nel Genk giocando davanti alla difesa, però mi sento un centrocampista offensivo. L’Italia è stata una mia scelta, volevo maturare in un calcio dove era possibile crescere non solo dal punto di vista tecnico, ma anche sotto il profilo fisico. Così come mia è stata la scelta di raggiungere Cremona: la vedo come una tappa fondamentale del mio percorso e so che dovrò dare il massimo per guadagmarmi il posto in campo”. Emmers ha vinto parecchio a livello giovanile, “ma – ammette – il calcio dei grandi è ben diverso. Ho la fortuna di essere un giocatore abbastanza completo ora vorrei dimostrarlo”.